Meteo, il gelo russo ha i giorni contati. La climatologa: «Nel weekend torna l’anticiclone»

Meteoo, quanto durerà il gelo? «​Siamo in pieno inverno e le fasi di freddo sono parte integrante del normale clima che caratterizza la stagione. Tuttavia, ormai l’inverno stesso è diventato quasi una notizia, poiché siamo abituati a anomalie climatiche quasi sempre positive e quindi a un clima più caldo della media». È quanto afferma Serena Giacomin, fisica-climatologa di Meteo Expert e presidente dell’Italian Climate Network, in una dichiarazione rilasciata all’Adnkronos. «Da venerdì e con maggiore intensità nel fine settimana, l’afflusso di aria fredda proveniente dal nord-est dovrebbe interrompersi, causando un generale aumento delle temperature. Inoltre, il fine settimana dovrebbe vedere l’alta pressione estesa da nord a sud con prevalenti condizioni di stabilità atmosferica. In alcune regioni adriatiche – conclude Giacomin – come la Romagna e la Puglia, esposte alle correnti fredde, c’è il rischio di nevicate a quote molto basse, persino in pianura».

Gelo russo, le previsioni di 3bMeteo

Sarà una settimana di freddo e non mancheranno delle situazioni di maltempo ma poi le correnti russe inizieranno a ritirarsi dall’Italia sotto la spinta sempre più incalzante dell’alta pressione. Sarà l’anticiclone delle Azzorre che dal vicino Atlantico andrà a posizionare i suoi massimi sull’Europa centro occidentale con valori stimati fino a 1040hPa tra Regno Unito e Francia. Alle basse latitudini iberiche sarà supportato anche da un leggero contributo africano. Una massa d’aria completamente diversa da quella attuale che andrà a scalzare quasi definitivamente il freddo a iniziare dalle regioni centro settentrionali.

La rimonta inizierà da ovest quindi le prime regioni che risentiranno di una maggiore stabilità e di clima più mite saranno quelle occidentali, in primis il Nord Italia (una brutta notizia sul fronte pluviometrico con ulteriore aggravio delle condizioni siccitose sul Nordovest, in primis il Piemonte) e la Sardegna, poi a seguire entro domenica anche il Centro. Il Sud sarà ancora lambito da correnti fredde orientali legate ad una circolazione di bassa pressione alimentata da correnti di estrazione artica continentale, tuttavia non dovrebbero esserci condizioni di instabilità significative e le temperature dovrebbero ritornare abbastanza in linea col periodo. Viceversa al Nordovest e sulle Alpi centro occidentali assieme alla Sardegna si potrebbe tornare anche leggermente sopra media.  Questa situazione, del tutto antitetica a quella che stiamo vivendo ha buone chance di propagarsi anche alla settimana successiva, quella con San Valentino.

Meteo, è la settimana più fredda dell’inverno: gelate e neve anche sulle spiagge

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *