Aggredito al ristorante dal titolare per aver spedito indietro «spaghetti scotti»: la denuncia del primario Lorenzo Morrisi

FERMO – Aggredito al ristorante con il figlio, finisce all’ospedale con gli occhiali rotti e numerose escoriazioni. La vicenda singolare è accaduta domenica a pranzo a Lorenzo Morresi, anconetano e conosciuto dermatologo, che esercita la sua professione sia all’Inrca di Ancona sia all’ospedale di Fermo, mentre risiede a Campofilone.

Milano, aggrediscono e picchiano due ragazzi in un ristorante: «Vegani di m…»

La storia la racconta dettagliatamente lo stesso Morresi attraverso la sua pagina di Facebook ed è destinata a fare scalpore, anche per la nota simpatia del medico conosciuto e apprezzato tanto nel Fermano quando nella sua città di origine: «Vado a pranzo al ristorante, mi portano degli spaghetti scotti e li rimando indietro – racconta Morresi –. Chiedo il conto e pago ma il cortese ristoratore esclama “è un onore che te ne vai anconetano de me…” Poi raggiunge me e mio figlio fuori e ci aggredisce. Ora siamo al pronto soccorso di Fermo senza occhiali che l’energumeno mi ha rotto con numerose escoriazioni, graffi e contusioni. Campofilone come Quarto Oggiaro. Consigliato».

Successivamente, sempre attraverso la propria pagina Facebook, ha stemperato i toni: «Oggi tutti gli amici di Campofilone che hanno un ristorante mi hanno scritto. Sono campofilonese da 20 anni e oggi ancor più contento di esserlo. Quasi mi dispiace aver fatto un post che ha creato tutto sto scompiglio».

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *